Come Mantenersi Motivati A Correre – Semplici Hack Per Voi

Come tenersi motivati a correre – Semplici hack per voi

Mantenere la motivazione a correre regolarmente può essere una delle maggiori sfide che i corridori affrontano quando iniziano.

Abbiamo fatto un sondaggio qui a Garage Gym Power e ci siamo posti questa semplice domanda:

Qual è la vostra più grande sfida in questo momento quando si tratta di correre?

Circa l’80% di voi ha risposto che la motivazione è la questione chiave.

woman running outdoors during rain - running motivationwoman running outdoors during rain - running motivation

Ma, vi farà piacere sapere che non è un problema impossibile da risolvere.

In effetti, si potrebbe arrivare a dire che è facile da risolvere se si seguono le linee guida che sto per illustrarvi.

Innanzitutto, notate come ho specificato che la motivazione è soprattutto una sfida per i corridori che iniziano a correre?

Non fraintendetemi, tutti facciamo fatica ogni tanto.

Anche i corridori più appassionati hanno giornate in cui preferirebbero stare sul divano con un film e una pizza da asporto. E questi eventi occasionali possono essere davvero il vostro corpo che vi dice di prendervi un giorno di riposo, nel qual caso, vale la pena ascoltare.

Tuttavia, in generale, la maggior parte delle persone che corrono regolarmente da diversi anni non fa fatica a motivare troppo, giorno dopo giorno.

Questo perché hanno già formato l’abitudine.

Cos’è che dici? Abitudine?

Sì, questo non sarà uno di quei lunghi articoli in cui ti tengo appeso fino all’ultimo minuto prima di rivelarti il segreto.

Ve lo do subito, gratis.

Il segreto è rendere la corsa un’abitudine.

Come Casey Neistat, il ragazzo corre ogni giorno, a volte due volte al giorno. Il tutto dopo un intervento in cui il medico ha detto che non avrebbe mai potuto correre.

Se ti concentri troppo su come aumentare la tua motivazione, stai inconsciamente dicendo a te stesso che hai una mancanza di motivazione. Si finisce quindi per mandare a se stessi messaggi che non sono sufficienti.

Questo è un paradosso, perché una volta che credi inconsciamente che il tuo attuale livello di motivazione sia inadeguato, sarà molto difficile cambiarlo.

La cosa affascinante dei nostri cervelli è che sono pigri.

Prendere decisioni e scelte, soprattutto quelle che richiedono forza di volontà, ovvero la motivazione, richiede energia. Il nostro cervello non vuole sprecare questa energia.

Quindi, hanno generato un modo di mantenere comportamenti benefici attraverso le formazioni delle abitudini.

Sono così bravi a mantenere queste abitudini, che una volta che si è formata un’abitudine, l’unico modo per romperla è sostituirla con un’altra (pensate: i fumatori che improvvisamente si rendono conto di quanto amino mangiare una volta smesso!)

La buona notizia è che una volta che abbiamo preso l’abitudine di correre, non bisogno essere necessariamente motivati.

Il centro delle abitudini nel nostro cervello farà in modo che la corsa rimanga una parte regolare della nostra routine.

woman trail runner running with hydration backpackwoman trail runner running with hydration backpack

Quindi, come possiamo fare in modo che la gestione sia un’abitudine se non lo è già?

Il ciclo dell’abitudine funziona in 3 fasi: stecca, azione e ricompensa.

Prendete ad esempio la vostra tazza di caffè o di tè del mattino. Lo spunto è il risveglio, l’azione è fare o comprare il vostro caffè/tea, e la ricompensa è il ronzio di gusto/caldo/caffeina o qualsiasi cosa sia la vostra bevanda che fa scattare i vostri recettori del piacere.

Per me, la mia abitudine a correre è dovuta alla sensazione di irrequietezza che provo a un certo punto della giornata se non sono ancora andato a correre.

L’azione è poi, naturalmente, andare a correre.

La ricompensa è la soddisfazione, il risultato e le endorfine (di solito mi ricompenso anche con un delizioso spuntino dopo).

Diversi studi dimostrano che possono essere necessarie dalle 3 alle 8 settimane per formare una nuova abitudine.

Questo significa essenzialmente che basta trovare la motivazione per continuare a correre regolarmente per superare la fase iniziale.

Poi, una volta che la corsa è diventata un’abitudine, sarà una parte della tua vita per sempre (a patto che tu non lasci che venga sostituita da un’abitudine diversa, ovviamente!)

people running on hill by roadpeople running on hill by road

Suggerimenti per rendere la corsa un’abitudine:

  • Fissare obiettivi che si concentrano sulla frequenza (numero di corse a settimana) piuttosto che la durata (lunghezza della corsa) per cominciare. Spesso uscire dalla porta è la parte più difficile. Se riuscite a prendere l’abitudine di iniziare la corsa, sarà facile allungarla in seguito.

Il mio preferito Hack sulla definizione degli obiettivi

Io stabilisco sempre degli obiettivi di fitness per ogni mese, ma aggiungo sempre MIN e MAX.

Per esempio: a luglio si percorrono 60 miglia (min: 30 miglia, max: 80 miglia). Perché il min e il max? Perché, siamo onesti, i nostri piani possono sempre cambiare o può succedere qualcosa di spontaneo e non pianificato a luglio.

Questo è il motivo per cui aggiungo min e max perché se non raggiungo il mio traguardo e corro solo 40 miglia non mi sento infelice perché ho comunque raggiunto il mio obiettivo di set-up.

Volevi correre 30 miglia ma hai corso solo 10 miglia? Fico, è molto BUONO perché hai appena corso 10 miglia in più rispetto al mese scorso!

Inoltre, un ottimo modo per far smettere il cervello di pensare troppo è la regola dei 5 secondi di Mel Robbins.

  • Fate tutto il possibile per Rendete la vostra abitudine alla corsa facile, eliminando gli ostacoli inutili . Per esempio, assicuratevi di avere le scarpe giuste e i vestiti da corsa facilmente accessibili e in bella vista. Incoraggiate la vostra famiglia e i vostri amici a reagire positivamente quando condividete i vostri obiettivi e le vostre intenzioni di corsa.
  • Rendete la vostra corsa piacevole . Correre in luoghi che ti ispirano e che ti permettono di sfuggire al quotidiano rumore del marciapiede che si fa strada nel traffico dei pendolari. Viaggiate un po’ più lontano per correre in quel bellissimo parco o lungo la spiaggia, se questo vi farà “salire” il fattore di godimento della vostra corsa.
  • Fai della tua corsa una priorità . Fate in modo che i vostri impegni sociali e gli altri impegni della vita si adattino alla vostra corsa. Non è difficile, si tratta solo di stabilire delle priorità e di diventare creativi. Trovate soluzioni per adattarvi alla vostra corsa, come correre in pausa pranzo o correre al supermercato con un piccolo zaino se vi servono solo un paio di cose.
  • Tieni un diario di bordo . Questo aggiunge un ulteriore livello di ricompensa al processo di formazione dell’abitudine, in quanto inizierete inconsciamente ad anticipare la soddisfazione che otterrete dal registrare le vostre miglia.
  • Ricompensare se stessi con qualcosa di delizioso che avete solo dopo le vostre corse, come un liscio particolarmente gustoso dopo la corsa. Sì, le ricompense sono importanti!
  • social media può essere anche una grande piattaforma per accedere a contenuti stimolanti su base giornaliera. Se controllare il vostro conto Instagram è la prima cosa che fate quando vi svegliate la mattina, vedere i post sulla corsa può essere la spinta in più che vi serve per allacciare le scarpe e uscire dalla porta. Controlla @garagegympower o seguire gli hashtag come #lovetorun se siete alla ricerca di idee.

Se siete interessati a saperne di più sulla psicologia che sta dietro alle abitudini, date un’occhiata a The Power of Habit di Charles Duhigg.

Descrive la parte del cervello responsabile delle abitudini, e di conseguenza, come programmare il tuo cervello per sostituire le abitudini che potrebbero trattenerti dal tipo di vita che vuoi vivere, con le abitudini che vuoi, cioè correre!

fitness woman runner trail runningfitness woman runner trail running

Trova il PERCHÉ

Concentrarsi sul giusto tipo di motivazione può anche fare una grande differenza.

Parliamo della differenza tra motivazione intrinseca ed estrinseca è questo articolo sulla motivazione all’allenamento.

In sostanza, la motivazione intrinseca è la vostra motivazione personale e interiore per voler correre.

Mentre la motivazione estrinseca sarebbe una fonte esterna di pressione che non necessariamente si accompagna alle tue ragioni personali.

In fin dei conti, la motivazione intrinseca vince.

Il che significa che dovete trovare la vostra ragione intrinseca per correre. Questo video ispiratore, “Start with Why?”, spiega il concetto in relazione al marketing e al mondo aziendale. Tuttavia, il principio è valido.

Una volta che saprete perché state correndo, e vi ricorderete regolarmente il vostro “perché”, la motivazione vi seguirà.

anti carità

Se l’abitudine non è quella di far galleggiare la tua barca o se stai cercando qualcosa di un po’ diverso, l’anti carità potrebbe andare bene.

La maggior parte delle persone è motivata da incentivi finanziari.

Queste potrebbero non essere necessariamente in forma di accumulo di denaro, ma di minimizzazione della perdita, o per ottenere il valore del vostro denaro da un’esperienza.

Vi siete mai chiesti perché i life coach o i seminari di ispirazione costano così tanto?

Parte del motivo è che più si paga per il servizio o l’esperienza, più è probabile che si agisca in base a tale servizio o esperienza, e quindi, più storie di successo di tale servizio o esperienza possono rivendicare di essere responsabili.

Facendo pagare di più, fanno in modo che seguiate i loro consigli!

Se pensate che aggiungere un po’ di motivazione finanziaria al mix possa funzionare per voi, allora date un’occhiata al concetto di anti carità .

Fondamentalmente, il processo prevede la realizzazione di un obiettivo, come ad esempio correre un certo numero di ore di miglia in un mese, e poi consegnare una parte del vostro denaro duramente guadagnato con l’accordo che, se si raggiunge il vostro obiettivo, vi sarà restituito.

Tuttavia, se non riuscite a raggiungere il vostro obiettivo, la somma che avete donato viene devoluta a un’organizzazione di beneficenza di vostra scelta di cui siete meno che entusiasti.

Immaginate quanto sareste motivati se ciò significasse impedire una donazione a un “ente di beneficenza” che non sosterreste in un altro giorno?

jogging on bridgejogging on bridge

Se tutto il resto fallisce, siate gentili

Se un approccio rigido vi stresserà eccessivamente e farà emergere il bambino ribelle interiore, allora guardate ai vostri obiettivi di corsa come a un esercizio di curiosità e miglioramenti incrementali.

Questo richiederà un po’ di autoconsapevolezza e di introspezione, ma è qualcosa di cui tutti possiamo beneficiare in questo mondo frenetico.

Stabilite i vostri obiettivi come fareste altrimenti, e premiate voi stessi, sia dopo ogni corsa che dopo ogni traguardo raggiunto.

Ma, sii indulgente e gentile con te stesso nei giorni che non riesci a raggiungere.

Allora fate attenzione a come vi sentite dopo non aver fatto quella corsa.

Eravate esausti e avevate davvero bisogno di un giorno di riposo?

Se è così, probabilmente vi sentite abbastanza bene per aver scelto di prendervi cura di voi stessi. I giorni di riposo sono fondamentali quando la vita diventa intensa.

Ma se non eravate così stanchi, e il fallimento è stato puramente motivazionale, vi sentite colpevoli?

Infastidito da te stesso?

Vi sareste sentiti meglio se vi foste semplicemente spinti oltre la corsa e ora vi sareste crogiolati nella soddisfazione e nel raggiungimento dei vostri obiettivi?

Alla fine, ricordarsi di come ci si sente quando non ci si attiene ai propri obiettivi di corsa, ci motiva ad attenersi ad essi, poiché ci si rende conto che si preferisce la soddisfazione e il raggiungimento dei risultati piuttosto che il senso di colpa e il fastidio.

Beh, ecco fatto, psicologia 101 sulla motivazione alla corsa… non proprio.

Ma è un inizio fantastico!

Farne un’abitudine, magari investire in un anti carità ma alla fine della giornata, perseverare!

Annett Fiedler

Written by

Ciao! Mi chiamo Annett Fiedler e sono una fanatica di FITNESS confessata! Mi piace tenermi in forma, ma capite che l'esercizio fisico non è sicuramente la tazza di tè di tutti gli altri! Il mio sogno è che le mie informazioni sul fitness e gli allenamenti a casa per principianti scatenino in tutti voi l'amore per il fitness.